Il PREMIO

Il Premio Nazionale di Poesia ‘Giancarlo Galliani’ ha cadenza biennale ed è dedicato a poesie inedite; la premiazione avviene nella città di Lucca  in una delle sale di Palazzo Ducale, nel cuore della città

 DALLA PRESENTAZIONE DELL’ANTOLOGIA DELLA II EDIZIONE, anno 2001:

Cosa alata sacra è il poeta, come avverte Platone in un suo celebre dialogo, perché ha un privilegio tutto particolare di sentirsi cantar dentro la musicalità di un verso, di sentirsi erompere la piena di un sentimento, di provare il bisogno di trasmettere agli altri il suo mondo interiore nel quale si rifugia dopo ore di intenso lavoro, a cercar pace e serenità per un attimo, e forza per riprendere la soma della vita.
Certo il medico, fra tutti coloro che cercano questo rifugio volando alti sulle miserie nelle quali quotidianamente son costretti ad immergersi, è il più alato e il più sacro, perché ha la missione divina, se così possiamo chiamarla senza retorica, di attingere alle sorgenti della vita e si fa quindi ascoltare con ammirazione e rispetto, sia che ci apra il suo cuore sia che ci profonda la sua scienza.
Giancarlo Galliani è stato una di queste “cose” particolarmente alate e sacre, avendo al tempo stesso curato l’arte di Esculapio e quella delle Muse. Alla sua memoria dunque gli amici della Cooperativa “S.Luca”, sorta nel 1974 e di cui il Dott. Galliani fu l’animatore instancabile, istituirono l’anno scorso un premio di poesia che ha avuto tanto largo successo da richiedere una seconda edizione e da far presumere che altre ne vorrà, col passare degli anni.
Il Dott. Galliani si spense quasi all’improvviso a 62 anni il 18 settembre di cinque anni fa, ma il suo spirito continua a vivere nella cooperativa “S.Luca” e nell’ospedale così come in altre iniziative di volontariato nelle quali si distinse, dall’opera alla Misericordia all’impegno nella protezione civile.
Questo secondo volume, che raccoglie una piccola rosa fra le moltissime poesie inviate alla seconda edizione del premio, vuol essere dunque una preziosa testimonianza e un commosso ricordo per l’amico Giancarlo, che ora è diventato davvero “cosa alata e sacra”.

Il Presidente della Cooperativa “S.Luca” Renzo Salani,  Il Presidente del Comitato Organizzatore Pasquale Gerardi