Pietro Catalano

Stamani a Lampedusa

T’ho visto, stavolta.
La nera terra
arde anche d’inverno
nell’isola accarezzata dal vento africano,
dove le tartarughe amoreggiano
a dispetto dell’altrui disperazione,
col sole che brucia
fronti d’uomini soli,
lontani nel mare profondo
eppure così vicini.
T’ho visto, stamani:
accanto a distratti turisti
stringevi forte la mano
del tuo accompagnatore,
sorriso spavaldo
e occhi aperti al futuro
che brillavano d’antichi profumi
e squarciavano l’aria
dentro gemme d’avventura.
T’ho visto.
Speranza di prendere l’aereo
assieme a compagni di remote acque,
lontano dall’arida sabbia
verso nuovi sogni colorati,
ma non potevi sapere
che t’avrebbero riaccompagnato
al tuo passato,
dentro buie grotte
di luna spenta.
Povero figlio mio,
la solidarietà che cercavi
s’è fermata in quel guanto nero
che stringevi e non la mano:
quella dei ricchi
non si mostra nemmeno ai bambini.

VI edizione anno 2006