poesie da “Notti di Guardia”

“Notti di guardia” è un libro di poesie pubblicato postumo, in base ad una bozza  che Giancarlo aveva lasciato ai familiari. Il libro è stato pubblicato nel 1998 da Baroni Editore, a cura di Laura di Simo e Luciano Luciani.

Dalla presentazione di Laura di Simo:
“Ricorrente protagonista dei testi di Galliani è la Notte, còlta da nottambulo quale era, in mille sfumature diverse, ora romantica, nel manto scintillante di stelle; ora intima e familiare nella immagine del suo letto; ora quotidiana e profondamente vissuta nella dimensione dell’ospedale, dove il turno di notte fa assaporare ” un mondo diverso, sospeso tra il pulsare della vita e le pause della morte.”.
Le Notti di guardia diventano così il vero filo conduttore della sua poesia, apparentemente facile e armoniosa, ma curata fin nelle sfumature, limata attraverso il tempo.
Tuttavia un’espressione accattivante, un linguaggio dolcissimo, talvolta magico sono anche il lasciapassare più indicato per essere introdotti, quasi senza accorgersene, nel mistero fitto dei sentimenti, delle passioni, delle speranze e dei ricordi, che è tutto ciò che rimane della vita di un uomo.
Nella storia di questa anima, così candidamente messa a nudo, è piacevole sentirsi coinvolti e avviluppati.” 

Di seguito i collegamenti alla selezione di poesie:
notti di guardia -  adolescenza  – canto di un passero fradicio -  dichiarazione - insieme quando giunge l’alba - metamorfosi  – nato d’autunno - notte campagnola - ode al mio letto - ossa - pioggia - requiem per un commesso viaggiatore - temporale - una stella per noi - alba